Consigli di posa in opera

Per qualsiasi eventuale chiarimento il nostro ufficio tecnico è a completa disposizione, sia telefonicamente che a mezzo posta elettronica. Questa pagina vuole chiarire quanto sia semplice la posa e le poche attrezzature che occorrono. Tutta l’attrezzatura necessaria per una corretta posa risponde ad una livella, una chiave a brugola numero 6, una chiave a brugola del numero 3 ed un avvitatore con testina a croce. Per evitare qualsiasi problematica di tenuta sui montanti del cartongesso per la posa delle porte vengono fornite in kit 6 staffe di ancoraggio che vanno fissate ai montanti falso telaio esattamente in corrispondenza delle brugole cave passanti. Le brugole passanti si possono vedere ancorate agli stipiti verticali della porta. Poggiata la porta all’interno del falso telaio con la chiave a brugola si regola la verticalità con l’aiuto della livella. Appena regolata si inserisce la vite al posto della chiave a brugola e si esegue il fissaggio. A seguire tutte le altri viti dopo le rispettive regolazioni. E’ importante fare attenzione di arrivare sempre a far poggiare in regolazione la brugola cava al falso telaio prima del fissaggio relativo. La chiave a brugola del numero 3 non dovrebbe mai servire ma nell’ipotesi che il pavimento sia esageratamente non planare, con la chiave numero 3 possiamo regolare facilmente le cerniere per permettere all’anta di alzarsi ulteriormente. A montaggio ultimato non resta che inserire il profilo cornice stipite telescopico nella sua sede e fissarlo attraverso la battuta nascosta con le relative viti. Attenzione: a porta chiusa non si deve vedere alcuna vite, pertanto non produrre assolutamente mai nessun fissaggio a vista, sarebbe errato.